Con sentenza n. 7296/2011 pubblicata in questi giorni, la Sezione Specializzata in materia di proprietà Industriale e Intellettuale del Tribunale di Milano ha condannato il Comune di Molteno (Lecco) per violazione dei diritti d’immagine di Lucio Battisti.

Il testo della sentenza ad oggi non risulta essere stato pubblicato. Tuttavia, dalle dichiarazioni rese su diverse testate online dalle parti coinvolte, si comprende che l’azione era stata avviata nei confronti del Comune dagli eredi di Lucio Battisti, ovvero la moglie Grazia Letizia Veronese e il figlio Luca, nonchè dealle società Edizioni Musicali Acqua Azzurra S.r.l. e Aquilone S.r.l., detentrici dei diritti eslcusivi di utilizzazione economica delle opere del noto cantautore. Questi lamentavano che il festival canoro “Un’avventura, le emozioni”, organizzato dal 1999 al 2006 dal comune di Molteno – dove Battisti trascorse gli ultimi anni della sua vita -, violasse i diritti di nome, d’immagine e d’autore di Lucio Battisti e dei suoi aventi causa. (…)

La Sezione specializzata milanese risulta quindi avere accolto le tesi degli attori rilevando tra l’altro che la manifestazione in questione aveva finalità non commemorative e di diffusione della conoscenza delle opere del cantautore, bensì politiche e di promozione turistica del territorio.

Alla luce di quanto sopra, il Tribunale ha condannato il Comune di Molteno a corrispondere agli eredi e alle società summenzionate la cifra di € 40.000 a titolo di risarcimento del danno, oltre a € 18.000 a titolo di rimborso delle spese legali. In aggiunta, il Comune di Molteno è stato inibito dall’organizzare ancora in futuro la manifestazione.